Cos’è l’Aspect Ratio delle Foto e Perché è Fondamentale Conoscerlo

Cos’è l’Aspect Ratio delle Foto e Perché è Fondamentale Conoscerlo

L’aspect ratio di una foto è uno degli elementi più importanti in assoluta che la compongono, ma spesso le persone non sanno nemmeno di che si tratta.

Questo comporta risultati deludenti, perdita di qualità dei file o anche il completo stravolgimento del significato dello scatto stesso.

Fare luce su questo punto è imprescindibile per scattare foto di qualità, ed è per questo che siamo qui oggi.

In quest’articolo scoprirai perché l’aspect ratio è così fondamentale in fotografia e imparerai a sfruttarlo a tuo vantaggio, quindi non indugiamo oltre e andiamo a vedere di che si tratta!

Cos’è L’Aspect Ratio


Partiamo subito col chiarire che quest’elemento è quello che definisce le proporzioni della foto, qualunque esse siano.

Importante è capire fin da subito che non importa quanto la foto sia grande, ma solo la correlazione tra il lato lungo e quello corto.

aspect ratio

Una foto di 900 px di lunghezza e 300 di altezza ha un aspect ratio di 3:1, lo stesso di un’immagine con 9.000 px lunga e 3.000 px alta.

Chiarito questo concetto, è possibile ora vedere perché questi aspetti siano così importanti nella vita quotidiana, andando a influenzare gli utilizzi che possiamo dare ai nostri scatti.

Come affetta la visualizzazione

Ogni aspect ratio delle foto ha il suo utilizzo o, per meglio dire, ogni utilizzo che andremo a fare dello scatto richiede le sue proporzioni.

Per esempio su Instagram una foto dev’essere caricata in rapporto 1:1 per riempire alla perfezione il riquadro, il che vuol dire che dev’essere perfettamente quadrata.

aspect ratio

Quando la stampiamo, il formato più utilizzato è solitamente il 4:3, con altri tipi generalmente più costosi o difficili da reperire.

Lo schermo del televisore invece, ha delle misure che lo portano a essere 16:9, in quanto tutta la cinematografia poggia su queste proporzioni.

Quindi quale ratio dovresti utilizzare per le tue foto? Beh, non esiste una risposta corretta ma solo una adatta ai tuoi personalissimi scopi.

Se vuoi pubblicarla dovrai informarti prima quali siano le richieste delle piattaforme dove andrai a caricarla, altrimenti farà un brutto effetto.

aspect ratio

Se punti a riprodurle sul televisore allora dovranno essere lunghe e schiacciate, altrimenti si formeranno quelle fastidiosissime bande nere che riempiono gli spazi vuoti.

Quindi spero che tu ora abbia capito che tutto è soggettivo e non posso darti la risposta, ma esistono comunque alcuni consigli che posso darti.

Come adattare una foto

Se hai scattato in 4:3 (il formato impostato di default sugli iPhone e la maggior parte delle fotocamere) ma vuoi trasformare lo scatto in un 1:1 lo puoi fare, ma ci sono delle controindicazioni.

Utilizzando gli strumenti di modifica di Apple o un qualsiasi software per l’editing, ti basterà ritagliare per trasformare l’immagine nel modo che ti serve.

Purtroppo ritagliare significa anche perdere dei pezzi e, si, anche della qualità generale se si renderà necessario un crop.

ritagliare foto

Per esempio, se hai scattato seguendo la regola dei terzi su un frame 4:3 e vuoi trasformalo in un 1:1 per Instagram, sicuramente il centro e la disposizione generale cambierà e i terzi si troveranno ora altrove.

La tua immagine manterrà la sua bellezza anche dopo i tagli? Questo non posso saperlo ma è una domanda che ti dovresti fare in fase di scatto.

Puoi aver creato un autentico capolavoro ma, se per pubblicarlo lo devi stravolgere, nessuno si accorgerà mai della bontà del tuo operato.

Per questa ragione è bene pensare prima a cosa vorrai farne della tua immagine, settare l’aspect ratio e poi premere il pulsante dell’otturatore.

In quali formati posso scattare?

Qui dipende tutto dal dispositivo in questione in quanto i settaggi disponibili sono diversi su un iPhone piuttosto che su una fotocamera.

In generale il melafonino può dare origine a file 4:3 (di default), 16:9 e anche quelli quadrati 1:1. Se usi la modalità panoramica poi, dipende da quanto lunga sarà la foto nel complesso.

iphone

Le macchine fotografiche generalmente hanno qualche impostazione in più ma i più popolari restano comunque:

  • 4:3 usato per la stampa;

  • 3:2 il formato fotografico originale;

  • 16:9 standard televisivo.

Tutti gli altri sono circostanziali e diventati popolari per i social o per piattaforme o casi d’uso molto specifici, ma difficilmente si vedranno all’infuori di quelli.

I consigli di un pro

I formati fotografici non sono solo necessari per adattare l’immagine all’utilizzo, ma forniscono al fotografo degli strumenti importanti per lavorare.

Una foto scattata in 16:9 è più larga, il che aiuta a cogliere paesaggi nella loro interezza o a togliere il valore al soggetto aumentando lo spazio intorno a esso.

timelapse

Il 3:2 è un po’ più grande del 4:3, il che ti può aiutare nelle situazioni in cui hai bisogno di qualche centimetro in più per dare un effetto specifico.

I grandi fotografi curano ogni aspetto dell’immagine e sanno sfruttare ogni minima differenza a loro vantaggio, quindi sperimenta ogni strada.

Conclusioni


Ora sai quali sono tutte le caratteristiche dell’aspect ratio e come puoi usarlo a tuo vantaggio negli scatti, quindi non sprecare l’occasione

Metti un like alle nostre pagine Facebook, Instagram e canale YouTube per non perderti tutte le novità dal mondo della fotografia con iPhone.

Scrivici nei commenti quale proporzione usi di più e perché e non dimenticare di condividere l’articolo sui social.

Macro iPhone 13: Come Usare e Attivare la Modalità?

Macro iPhone 13: Come Usare e Attivare la Modalità?

L’iPhone 13 macro ha a suo modo rivoluzionato la fotografia da smartphone poiché, sebbene la qualità fotografica generale del telefono non fosse troppo diversa dal 12, ha introdotto questa funzione per la prima volta.

Ovviamente, come tutte le grandi novità, questa ha portato con se anche molte domande da parte degli utenti, desiderosi di capirne potenzialità e utilizzo nel modo più chiaro possibile.

Come usare la modalità? Come attivarla? Perché preferirla alla funzione standard e tutta una lunga serie di questioni le tratteremo in quest’articolo in modo da darti tutte le informazioni che cerchi.

Noi d’iCamera abbiamo messo insieme tutte le informazioni più utili e interessanti riguardo alla macro dell’iPhone 13, quindi non scappare che partiamo subito!

Rispondiamo alle Domande sulla Macro d’iPhone 13


Qui di seguito rispondiamo una per una alle più classiche domande legate alla macro dell’iPhone 13, se manca qualcosa scrivicelo nei commenti e noi provvederemo ad aggiungerlo!

Quali iPhone 13 usano la macro?

Purtroppo non tutti gli iPhone 13 sono in grado di utilizzarla, questo perché essendo una delle funzioni più innovative introdotte sul mercato quest’anno, è stata riservata solo per i modelli di punta.

Quindi possono scattare in macro iPhone 13 Pro e Pro Max, mentre i modelli più piccini al momento della scrittura di quest’articolo non sono dotati della funzione.

foto iphone

Se dovessimo azzardare una previsione, immaginiamo che dal prossimo anno potremo vedere la macro su iPhone 14 versione liscia e probabilmente anche il Mini, ma non abbiamo alcuna certezza.

La politica di Apple è sempre stata quella di lanciare le novità sui modelli di punta per poi portarle negli anni successivi anche su quelli minori, il che lascia speranza per tutti.

Come si attiva la macro su iPhone 13?

Questa risposta potrebbe lasciare un po’ perplessi perché la verità è che non esiste un modo per attivare la macro, sebbene questa modalità sia presente sul telefono.

Quindi come si attiva? Lo smartphone lo fa in automatico quando rileva una discreta vicinanza al soggetto, tale da necessitare lo scatto in macro.

fiducia fotografo - macro iPhone 13

Questo comporta che, quando vuoi scattare una foto molto ravvicinata, dovrai assicurarti che il telefono abbia “capito” le tue intenzioni, altrimenti potresti ottenere un risultato sfocato.

Per mettere l’iPhone nelle migliori condizioni lavorative possibili, devi avere un soggetto che sia illuminato bene e non coperto dalla tua stessa ombra mentre cerchi lo scatto.

lumaca

Foto di Emanuele Puri

Avvicinando tanto il telefono al soggetto infatti, è molto probabile che tu finisca col fargli ombra, cosa che potrebbe non piacere all’intelligenza artificiale del telefono.

Per questa ragione il consiglio è quello di fare in modo che, nei limiti del possibile, la luce sia sempre abbastanza forte da renderlo bello visibile.

Cosa fotografare con la macro?

Questa domanda potrebbe sembrare scontata ma, quando poi ci si ritrova davvero a usarla, le idee finiscono sempre per scarseggiare e quindi vogliamo aiutare la tua fantasia.

Fondamentalmente questa modalità ti permette di andare vicinissimo ai soggetti, in modo di andare a catturare tutti quei dettagli che non sarebbero visibili a occhio nudo.

macro fiori iphone 13

Questo però significa anche dover cercare un soggetto che sia ricco di questi particolari, piuttosto che qualcosa di liscio e “noioso”.

Si prestano molto bene per questo i fiori, le foglie, i maglioni di lana, i mobili vecchi, gli occhi (di animali e umani), i cibi e tutta una serie praticamente infinita di cose.

macro fiori

Quello che potrebbe aver senso fare è andare in giro a ispezionare superfici e dettagli, cercando di scoprire nuove possibilità per una foto che non ci si sarebbe aspettati.

Non limitarti mai a quello che già conosci, muoviti sempre verso nuovi orizzonti e rinnova la tua fotografia, solo in questo modo non resterai mai senza occasioni per una foto.

Quale lente dell’iPhone 13 Pro ha la macro (e quale usare)?

La risposta a questa domanda è davvero molto semplice perché tutte le lenti dell’iPhone 13 Pro e Pro Max hanno la modalità macro, quindi puoi davvero sbizzarrirti con la scelta.

Quale è più indicata per la foto? Beh, questo dipende tutto dall’effetto che vuoi ottenere perché, sebbene la grandangolare sia la migliore in quanto a performance, potresti trovare più utile il tele o l’ultra-grandangolare.

modalità notte iphone 13 - Macro iPhone 13

Non esiste davvero una risposta univoca per questa domanda, quindi ti suggerisco di provare e riprovare fino a che non avrai trovato quella giusta per il tuo scatto.

Quale lente dell’iPhone 12 ha la macro? Purtroppo nessuna, questa è una funzione introdotta solo dal 13 Pro in avanti, quindi non è disponibile su nessun modello della serie precedente ma puoi sempre procurarti delle lenti aggiuntive come queste.

Quanto vicino scattare una macro?

Anche qui non esiste una vera e unica risposta ma si può per lo meno generalizzare un pochino, cercando di trovare una linea di massima che potrai adottare.

macro fiori

Le macro devono racchiudere il maggior numero di dettagli possibile quindi, salvo rare eccezioni, più vicino è meglio che più lontano. 

Cerca solo di non esagerare, poiché il telefono continua comunque ad avere una distanza focale minima (anche se molto ridotta) e potresti finire col fare ombra al soggetto.

Come scattare video macro con iPhone 13?

I video sono un discorso a parte, in quanto hanno delle regole leggermente diverse per garantire il miglior risultato in assoluto per quel che riguarda l’effetto macro.

Il punto cruciale sta nella messa a fuoco e nell’attivazione della macro stessa, che arriva di netto e con un effetto non sempre piacevole per chi guarda.

macro fiori iphone 13

Per questa ragione ti suggerisco di fare un video macro partendo già da vicino e con tale modalità attiva, poiché quando ti allontani non si creano bruschi effetti di transizione.

Ti avvicini, parti con la registrazione e riprendi tutto quello che devi fino al momento di staccare o allontanarti, solo così potrai davvero ottenere il massimo dal tuo iPhone.

Alcuni consigli da pro

Queste sono solo alcune idee che possono davvero aiutarti a migliorare sensibilmente i tuoi video, quindi utilizzali e magari personalizzali a tuo piacimento.

Per prima cosa assicurati che la superficie che andrai a fotografare o filmare sia assolutamente pulita, perché non hai idea di quanto possa fare schifo un oggetto se guardato con la lente d’ingrandimento.

macro iphone 13

Passa un bel panno umido per togliere polvere e imperfezioni se si tratta di plastica o metallo, mentre cerca di trovare una soluzione che non faccia danni se si tratta di grosse foglie.

Eh si, le foglie non sono sempre verdi e perfette come le vedi nelle foto che trovi su internet, ma piene di polvere e insettini che ci vivono sopra.

Secondo, se il tuo obiettivo è quello di fare video, utilizza un gimbal (qui trovi un ottimo modello). Avere uno stabilizzatore che ti permette di rendere la filmata fluida e cremosa e togliere i tremolii dal video, farà davvero la differenza tra un risultato mediocre e uno di qualità.

gimbal

Nessun pro ha mai fatto dei video seri a mano libera (almeno non negli ultimi 10 anni), quindi se hai ambizioni di un certo tipo hai bisogno di qualcosa che ti assecondi.

Conclusioni


Queste sono tutte le risposte alle domande più frequenti sulla macro d’iPhone 13, spero possano aiutarti a buttarti in questa fotografia nel miglior modo possibile.

Scrivici nei commenti se hai altre perplessità che vuoi risolvere, noi saremo felici di aiutarti a trovare la migliore soluzione ai tuoi problemi.

Seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e canale YouTube per restare sempre aggiornato sul mondo della fotografia da iPhone e sull’Apple in generale!

Come Selezionare Tutte le Foto su iPhone in Poche Semplici Mosse

Come Selezionare Tutte le Foto su iPhone in Poche Semplici Mosse

Hai una marea di foto sul tuo iPhone e non sai come selezionare tutti i tuoi scatti in una volta? Non ti preoccupare, capita a tutti all’inizio ma si risolve in fretta.

Quando si hanno centinaia di foto sul telefono, può capitare di volerne selezionare a gruppi magari per poi cancellarle tutte insieme, cosa che generalmente si fa con il comando “seleziona tutte“.

Apple però ha deciso di seguire una strada differente, sempre molto pratica e veloce ma che sembra molto più simile alla logica utilizzata sui computer piuttosto che sui telefoni.

Se non stai più nella pelle e vuoi scoprire subito come selezionare tutte le foto su iPhone in una volta, allora andiamo subito a vedere come si fa.

 

Come Selezionare Tutte le Foto su iPhone


Selezionare tutte le foto su iPhone è facile come bere un bicchier d’acqua, basta solo capire la logica che Apple ha usato per far eseguire quest’operazione.

Per prima cosa dovrai recarti nella tua galleria fotografica, andando a posizionarti o in cima all’elenco o in fondo.

Ora, nel caso tu volessi selezionare solo alcune foto non dovresti fare altro che:

  1. pigiare su “seleziona“;
  2. iniziare a toccare i vari file interessati, uno per uno.

come selezionare tutte le foto su iphone

Questo metodo però ti richiederebbe molto tempo nel caso di molte foto, ma esiste una soluzione semplicissima.

Invece di cliccare su ogni singola foto, poggia il dito sullo schermo e inizia a passarlo su tutti i file che desideri includere nella selezione.

Se poi volessi invece selezionarli tutti non dovrai fare altro che partire da un angolo dello schermo e muoverti fino a quello opposto tenendo li il dito e lasciando che lo schermo scorra fino a raggiungere la fine dell’elenco.

Questo è lo stesso metodo utilizzato sui PC, dove col mouse si seleziona il primo file e tenendo pigiato lo si scorre fino all’ultimo desiderato.

In questo modo avrai evidenziato tutte le foto e sarai pronto per farne ciò che desideri.

 

Photo Cleaner


Se però non ti piacesse questo metodo, potresti voler optare per un’app che ti permetta di cancellare in modo molto più semplice e veloce tutto quello che non ti serve più.

Per farlo potresti rivolgerti a Photo Cleaner, scaricabile dallo store di Apple e che facilita davvero molto questo genere di lavori.

Una volta installata e aperta sul tuo telefono, avrai la possibilità di cancellare tutte le foto memorizzate in appena un paio di click, quindi cerca di non perdere anche cose che vorresti tenere.

app

Prima di cominciare però, voglio premettere che questa è un’app a pagamento.

Quando ti trovi nella schermata principale, in alto troverai il comando per selezionare e, una volta cliccato, ti comparirà l’opzione per prenderle tutte.

Da qui poi potrai cancellare tutto pigiando sul cestino in basso, con una spesa di tempo totale di appena una manciata di secondi.

Esistono molte altre applicazioni che fanno lo stesso lavoro, quindi scegli tu quella che preferisci.

Se ti è piaciuto quest’articolo potresti essere interessato anche a scoprire come trasferire le foto da iPhone al PC oppure dai telefoni Android ai melafonini.

 

Conclusioni


Ora sai come selezionare tutte le foto su iPhone in una volta risparmiando tempo e click, vai e fai una bella pulizia della tua memoria sovraffollata, il tuo telefono te ne sarà grato.

Se ti piacciono i contenuti di iCamera, allora non puoi davvero perderti le nostre pagine Facebook, Instagram e il canale YouTube sul quale postiamo regolarmente tutte le news e altre informazioni utili.

Se hai dubbi o domande lasciaci un commento, noi saremo felici di risponderti al più presto e non dimenticare di condividere l’articolo con amici e parenti, anche loro hanno delle foto da selezionare.

Modalità Notte iPhone 13: Come funziona? Quali novità ha Portato?

Modalità Notte iPhone 13: Come funziona? Quali novità ha Portato?

La modalità notte d’iPhone 13 è sicuramente uno degli argomenti cruciali che può voler spingere un utente all’acquisto, desideroso quindi di ottenere il massimo risultato in ogni occasione.

Non è certo un mistero che, per la maggior parte dei telefoni, fare foto con scarsa luminosità possa talvolta trasformarsi in un vero incubo poiché rimane impossibile ottenere buoni risultati.

Con iPhone le cose vanno molto meglio che con altri modelli, ma questo non significa che ci siano ancora dei bordi da limare verso una perfezione assoluta in ogni situazione.

In quest’articolo vediamo insieme dove quest’iPhone 13 è andato a migliorare rispetto al suo predecessore, spingendo i limiti delle fotocamere un passo oltre.

Perché Usare la Modalità Notte


La modalità notte d’iPhone 13 (qui le tecniche su come usarla) non serve ovviamente a scattare migliori fotografie in condizioni di luce scarsa, ma non è detto che ci si debba limitare solo a questo.

Andando per ordine però, è giusto cominciare col dire che, quando nella scena ci si trova con luci fioche e zone molto scure, allora è arrivato il momento d’utilizzare questa modalità.

Questo però non è un settaggio che deve impostare l’utente, il telefono infatti provvede a inserire in automatico lo scenario notturno non appena ne “sente” la necessità.

modalità notte fotocamera iphone

Devi sapere infatti che ogni fotocamera digitale (telefoni e non), ha un esposimetro che serve per misurare la quantità di luce della scena grazie al quale imposta automaticamente la modalità di scatto.

Per chi scatta in manuale (qui un tutorial in merito) questo sistema potrebbe risultare meno utile, ma per chi non vuole cimentarsi con settaggi complicati è una vera manna dal cielo.

In tutto questo Apple ha deciso di spingersi un pochino oltre, lasciando all’esposimetro e al cervello a esso connesso il compito di scegliere quando scattare con la modalità notte.

In queste situazioni lo smartphone va ad aumentare il tempo di apertura dell’otturatore, permettendo a una maggior quantità di luce di entrare.

Questo fa sorgere il problema che, in determinate situazioni o con tempi eccessivamente lunghi, l’immagine finale potrebbe uscire anche molto mossa.

modalità notte iphone 13

Per risolvere questo problema la casa di Cupertino ha inserito uno stabilizzatore ottico sul sensore, il quale compensa eventuali tremolii della mano andando a restituire un’immagine ferma anche in condizioni difficili.

Questo sistema però non può fare miracoli, per questo un secondo trucchetto viene in soccorso del fotografo alle prese con le sue mani tremolanti, il software.

L’iPhone riconosce infatti la quantità di movimento applicata al telefono e regola il tempo d’esposizione massimo in base a questo, allungandolo se è stabile e accorciandolo se si muove molto.

Grazie a questo ingegnoso sistema si riesce sempre a spingere la foto al massimo delle potenzialità con una qualità minima garantita elevatissima.

Le Novità della Modalità Notte dell’iPhone 13


Ma quindi, rispetto all’iPhone 12, la modalità notte dell’iPhone 13 che cos’ha in più da offrire a tutti gli utenti che desiderano acquistarlo?

Molte cose in realtà, ma non sono tutte riconducibili esattamente alla modalità notte, anche se vanno effettivamente a influire sull’effettiva qualità della foto in notturna.

Per prima cosa infatti, è bene dire che i pixel del sensore sono molto più grandi, il che comporta una migliore capacità di catturare la luce in fase di scatto.

Questo su tutti? In realtà le vere differenze si hanno sul Mini e sul 13 liscio, poiché sono questi modelli ad acquisire il sensore migliore già presente sul “vecchio” modello d’iPhone 12 Pro.

notte

Questo permette ora a tutti i modelli di raggiungere il medesimo standard qualitativo e potenziale negli scatti con poca luce, facendo aggiungere nuove vette alla foto.

Quindi ora tutti i modelli sono sullo stesso livello? No, poiché il grandangolare delle versioni Pro e Pro Max ha adesso un’apertura focale di f 1.5, rispetto all’f 1.6 dei modelli dell’anno passato o dei modelli base del 13.

Questo anche qui permette un maggior passaggio della luce verso il sensore, cosa che aiuta di molto a fare foto in scarse condizioni luminose di qualità eccellente.

Si ma la modalità notte dell’iPhone 13?

Arrivati fin qui si potrebbe già definirsi piuttosto soddisfatti, in quanto già si possono vedere dei dati che implicano un sostanziale passo avanti nel livello fotografico in notturna, ma non siamo nemmeno arrivati a parlare della modalità notte!

Oltre ad aver subito delle migliorie software minori (che danno quel pizzico in più a ogni aggiornamento del software), adesso si può usufruire della night mode su tutti gli obiettivi presenti sul telefono.

fotocamera iphone 13

Sul 12 e sui modelli precedenti infatti, la modalità notte non era disponibile sia su grandangolare, ultragrandangolare che teleobiettivo, cosa che invece è presente sull’iPhone 13!

Ora tutti gli utenti possono scattare foto notturne di qualità indipendentemente dalla lente, seppur va sottolineato che il grandangolare rimane comunque il più indicato per via della sua miglior apertura focale e per i pixel maggiorati.

Tutto questo comporta un bel passo in avanti per tutti i melafonini, con la certezza che ulteriori progressi arriveranno con aggiornamenti futuri.

Conclusioni


L’iPhone 13 è quindi il miglior telefono di sempre di casa Apple per fare le foto, sia con la modalità notte, sia con tutte le altre disponibili.

Se vuoi mantenerti sempre al passo con le novità di casa Apple e con le tecniche fotografiche, seguici sui nostri canali social quali Facebook, Instagram e canale YouTube.

Non dimenticare di condividere quest’articolo con i tuoi amici melafoninari e, se ti va, scrivici nei commenti come ti trovi a scattare foto con il tuo smartphone!

Modalità Notte iPhone 12: Cosa Cambia dall’iPhone 11

Modalità Notte iPhone 12: Cosa Cambia dall’iPhone 11

La modalità notte dell’iPhone 12 è solo l’ultimo prodotto nato da una lunga serie di piccole e gradi migliorie nate in casa Apple.

Questa fantastica aggiunta software ci permette di avere degli scatti mozzafiato anche in condizioni di luce difficilissime, come solo le migliori fotocamere possono fare.

Per aiutarti a capire cosa c’è di nuovo e come usare al meglio questa opzione, ho deciso di scrivere quest’articolo.

Qui vedremo insieme a cosa serve, come usare e le novità della modalità notte della fotocamera dell’iPhone 12.

Se sei curioso di scoprire cosa è uscito dal calderone di Cupertino allora partiamo subito alla scoperta.

 

Come Funziona la Modalità Notte d’iPhone 12


La modalità notte dell’iPhone 12 serve per scattare in condizione di luce molto difficile e si attiva automaticamente in caso di necessità.

In questo caso, nella parte alta dello schermo, comparirà una icona che ci segnala l’inserimento di questa funzione.

Ovviamente questo ha delle conseguenze sulla cattura dell’immagine che vanno tenuti i  debita considerazione.

Su tutti il fatto che, con questa funzione inserita, il tempo dell’otturatore si alzerà di molto per permettere un maggior afflusso di luce verso l’obiettivo.

Modalità Notte Foto iPhone

Questo significa che, se in una foto diurna l’otturatore si apre per una frazione piccolissima di secondo, qui può rimanere aperto anche fino a due secondi.

Questo nel caso sia lasciato in automatico perché, nel caso volessimo prendere noi il controllo, potremo portarlo fino a ben sedici secondi.

Questo cosa significa per le nostre foto?

Come detto prima, tutti questi accorgimenti portano delle sostanziali conseguenze per i nostri scatti.

Per poter catturare luce quando questa non è presente in grande quantità, occorre fare dei necessari compromessi.

In questo caso, allungando i tempi di scatto, saremo anche soggetti a una maggiore probabilità di mosso delle nostre immagini.

mosso

Il mosso a cui mi riferisco può essere di due tipi: 

  • Nella scena;
  • Fuori dalla scena.

Mosso nella scena

Per mosso nella scena mi riferisco al fatto che, se inquadreremo dei soggetti in movimento usando tempi di scatto lunghi, ne cattureremo anche i movimenti effettuati in questo lasso temporale.

Se per esempio cercheremo di fotografare un’auto in corsa, molto probabilmente nell’immagine vedremo solo una macchia di colore indistinguibile.

Stessa cosa con le persone o con soggetti che si muovono nella loro interezza.

Mosso fuori dalla scena

Per mosso fuori dalla scena mi riferisco a una foto poco nitida a causa dei movimenti del telefono o delle nostre mani in fase di scatto.

Durante due secondi, per quanto tu possa cercare di stare fermo, sarai sicuramente soggetto a qualche spostamento seppur minimo.

Questo non può essere compensato dalla stabilizzazione se tanto prolungato nel tempo.

Questo porta a foto buone solo per il cestino della spazzatura.

 

Come Evitare di Fare Foto Mosse


La risposta è semplice quanto, talvolta, complessa da applicare.

La prima soluzione è quella di usare un treppiede quando scatti con la modalità notte del tuo iPhone 12.

Se non avessi a disposizione uno strumento come questo, potresti sempre cercare un supporto statico nelle vicinanze per appoggiarti.

Purtroppo questa soluzione non funziona quando a muoversi sono i soggetti presenti nelle foto, ma per questo esiste un altro rimedio.

La risposta è cercare di usare il mosso a tuo vantaggio, facendo di esso un elemento creativo della scena.

Ovviamente non potremo mai dire a un ballerino in scena di fermarsi per permetterci di scattare, quindi possiamo dare dinamicità alla scena catturando il movimento come nella foto qui sopra.

Cosa Cambia tra Modalità Notte d’iPhone 11 e 12


La vera e più grande differenza rispetto alla modalità notte dell’iPhone 11 sta nel fatto che sul 12 la si possa usare su tutte le lenti.

Se sull’11 questa era sfruttabile solo sul grandangolare, adesso la troveremo anche sul tele e sull’ultra grandangolare.

Ovviamente questo ci apre la possibilità di catturare ogni tipo di scena notturna, anche sfruttando il fattore di moltiplicazione.

modalità notte iphone 12

Purtroppo, nonostante questa aggiunta, la migliore lente per scattare in condizioni di scarsa luce resta comunque il grandangolo, grazie alla sua apertura focale migliore.

Se però ci trovassimo con esigenze ben specifiche, è bello poter contare su questa modalità sempre a disposizione.

La cosa aiuta a rendere il telefono ancora più versatile in tutte le situazioni, colmando sempre di più quel divario rispetto alle fotocamere digitali.

Vuoi sapere quali sono le caratteristiche e le migliorie della modalità notte iPhone 13? In quest’articolo troverai tutte le risposte.

 

Conclusioni


Adesso sai tutte le novità che la modalità notte dell’iPhone 12 porta con se, puoi uscire a scattare foto in qualsiasi condizione di luce.

Se ami la fotografia e vuoi mettere alla prova le tue abilità di fotografo, unisciti alla nostra community su Facebook e partecipa ai contest mensili.

Segui la nostra pagina Instagram e il canale YouTube per non perderti tutte le novità del mondo Apple e della fotografia da iPhone.

Scrivici qui sotto nei commenti se hai dubbi o domande e condividi l’articolo con i tuoi amici per far conoscere anche a loro la modalità notte dell’iPhone 12.

Come Trasformare le Foto Fatte col tuo iPhone in PDF

Come Trasformare le Foto Fatte col tuo iPhone in PDF

Dover trasformare le foto fatte con i nostri iPhone in PDF è una pratica molto comune che può rivelarsi incredibilmente utile nella vita quotidiana.

Io stesso uso questi metodi diverse volte al mese, quando devo inviare documenti firmati a distanza ma non posso permettermi il lusso di attendere la consegna da parte delle poste.

Oltre a questo va aggiunto che è un metodo praticamente istantaneo e a costo zero, il che gli dà un notevole vantaggio rispetto ai metodi più “tradizionali”.

Per trasformare le nostre foto in PDF però occorre utilizzare un metodo specifico che ho intenzione di spiegarti in quest’articolo, quindi iniziamo subito!

Trasformare Foto in PDF Tramite App


Il metodo in assoluto più semplice per trasformare le foto in PDF è quello di usare una delle infinite app preposte a questo scopo presenti sullo store di iPhone.

Se apri l’App store e scrivi “foto in PDF” ti usciranno decine di risultati tutti più o meno validi, grazie al quale potrai ottenere il risultato che cerchi.

trasformare foto in pdf iphone

In questa guida ho scelto di utilizzare iScanner, ma sentiti pure libero di sceglierne un’altra qualora questa non la trovassi di tuo gradimento, il processo resterà comunque molto simile.

Una volta aperto l’app e datole l’accesso alla fotocamera, dovremo piazzare il documento da scannerizzare su una superficie liscia che sia di un colore in netto contrasto con quello del foglio.

trasformare foto in pdf iphone

Per esempio se abbiamo un classico A4 bianco, mettendolo su uno sfondo nero o comunque molto scuro faciliteremo il compito di riconoscimento automatico dell’app.

Una volta fatto questo, basterà inquadrarlo con la fotocamera e lasciare che il software riconosca in modo automatico i limiti del documento.

Nel caso questo riconoscimento non sia accurato, possiamo anche decidere di eseguire una selezione manuale ritagliando la foto dopo lo scatto.

Una volta selezionato ciò che ci interessa, l’app ci darà l’opzione di regolare i colori o convertire l’intero documento in bianco e nero.

trasformare foto in pdf iphone

Non fa davvero differenza quello che si sceglie, quindi usa la versione che preferisci.

Dopo aver effettuato tutte le modifiche potremo salvare il risultato finale e condividerlo in formato PDF, JPG oppure TXT.

Ognuno di questi funziona benissimo quindi scegli quello di cui hai bisogno.

 

Trasformare Foto in PDF Tramite Internet


Nel caso tu non possa trasformare foto fatte con il tuo iPhone in PDF semplicemente usando un’app, non temere. Esistono alternative completamente gratuite che vengono in tuo soccorso.

Su internet si possono infatti trovare moltissimi siti che eseguono automaticamente la conversione dal formato JPG (quello classico delle foto) direttamente in PDF.

google

Purtroppo questi siti non sempre danno la possibilità di operare sul file prima di eseguire la conversione, ma c’è una soluzione rapida e veloce anche a questo.

Usa la fotocamera del tuo iPhone per prendere una foto del soggetto che vuoi trasformare in un documento in PDF cercando di mantenerla il più nitida e leggibile possibile.

Una volta catturata vai sugli strumenti di modifica di Apple e ritaglia l’immagine in modo tale che rimanga solo il foglio e nient’altro.

pdf

Una volta fatto questo apri internet e scrivi “JPG to PDF” oppure “JPG in PDF” e scegli una delle prime voci che ti appariranno dalla ricerca eseguita.

Utilizza uno di questi siti per caricare l’immagine e lascia che il sito si occupi di convertirla poi, una volta terminata l’operazione, scarica il documento finale e condividilo con chi di dovere.

convertitore

Questo metodo è un po’ meno preciso e leggermente più macchinoso, quindi ti consiglio di utilizzare delle app a meno che tu non abbia altra scelta.

In ogni caso entrambi questi risultati sono più che validi, quindi sentiti pure libero di prendere la strada che preferisci.

Se hai trovato interessante quest’articolo, forse potresti aver bisogno anche di scoprire come trasferire foto e file da iPhone a PC e vice versa.

 

Conclusioni


Ora sai quali sono i metodi migliori per trasformare le foto fatte con il tuo iPhone in PDF professionali che potrai tranquillamente utilizzare per questioni lavorative o qualsiasi altra cosa.

Seguici attraverso le pagine social Facebook, Instagram e canale YouTube per restare sempre aggiornato su tutte le novità sfornate dalla casa di Cupertino.

Qui potrai inoltre trovare decine di contenuti gratuiti che forniamo costantemente a tutti gli appartenenti alla nostra community, quindi non puoi davvero perderteli.

Scrivici nei commenti se hai dubbi e domande e non dimenticare di condividere l’articolo con amici e parenti, anche loro avranno bisogno di trasformare le foto con iPhone in PDF!